Pubblicato da: Stefano Re | 17 maggio 2014

Che la risaia non dica niente

Che la risaia non dica niente è un tuo pensiero
come se fosse soltanto sputo d’acqua,
eppure mi piace ascoltarla, con il suo cielo capovolto
e gli alberi a bagnarsi l’ombra.
Perché nella risaia ho seminato le mie pupille,
e tutto quanto visto e rivisto in questi quarant’anni
di sconti e prezzi interi. Ho versato colpi d’occhio
come fossero fate morgane, quasi fossimo io e te
seduti a fianco gettando sassi a pelo d’acqua.
Invece, era soltanto il sogno di una vita,
le cascine con l’odore forte del letame
gli aironi imbalsamati
che nemmeno a cacciarli ti davano risposta.
Perché lì si nutrono correnti,
e non c’è rischio di scossa, solo quiete e silenzio
perché questo io chiedo:
la trasparenza dell’acqua e un filo caldo di sole.

Advertisements

Responses

  1. Sei tornato con una bella poesia dove celebri l’importanza della risaia.

  2. ieri ti ho lasciato un commento…ciao!

  3. Ottima poesia, complimenti. Univers


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: