Pubblicato da: Stefano Re | 4 luglio 2013

Forse resta un segno

Monello di strada web

.
Questa foto, intitolata “Monello di strada“, è di Marco Costanzo. Oltre ad essere un amico, è anche una persona che sperimenta e mi piace moltissimo chi lo fa. Apprezzando il modo di fotografare di Marco (lasciate anche i commenti sul suo modo di interpretare l’arte della fotografia), ho pensato di accostare alla foto un mio testo. Ecco il risultato. (S.R.)
.

Si pedalava
e la bici correva lungo la campagna
fino ad accartocciare le distanze,
le strade alitavano polvere
si beveva alla fontana
quella che spruzzava,
quella che con le mani a coppa
bevevano anche i piedi.

Ma il tempo non concede tregua,
le griffe hanno lisciato le strade,
le stringhe hanno strozzato le caviglie,
se slacciate sono un segno d’eleganza
distratti a volte fino ad inciamparne.

Ci siamo evoluti fino a bere firmato
e la campagna si è sfuocata,
la bici è un elegante pedalare
un sottile moto a luogo,
non si esplorano tombe
per la pesca col quadrato
si va sempre per lo stesso senso
ma quale sia è una nota in calendario
forse resta un segno per la fantasia,
lo indicherà Braille,
e una lattina per la strada
gli tiri un calcio o è un intralcio.

Annunci

Responses

  1. Tra amarcord e presente la foto-vintage del tuo amico ti ha ispirato bene nello scrivere questi versi, che rievocano quando si era giovani un tempo, non molto distante ma che ora appare lontassimo, e il presente fatti di griffe e sofisticazioni ma insipido come una minestra senza sale.

    O.T. Per agosto su Caffè letterario pensi di esserci? se sì, la data del 11 va bene?

  2. il testo e la foto sono in perfetta simbiosi a mio avviso,
    ambedue recuperano ciò che consideriamo “valori”
    la semplicità, la genuinità e la fantasia se vogliamo; di tempi in cui non erano necessari surrogati (perfetto il bianco e nero che schiaccia l’unico soggetto colorato)

    un caro saluto

    • Grazie Massimo. Cogli sempre tutto nel modo giusto. (S.R)

  3. Una macchia di rosso in uno splendido bianco e nero,
    il tuo scritto così come l’immagine:
    splendido risalto!

  4. Sei superlativo, i tuoi pensieri migliorano di anno in anno. Invidio la tua capacità di attenzione sulle cose e le persone!! (sinonimo di intelligenza)

  5. In primis Marco è veramente notevole come fotografo, perchè non immortala una semplice immagine ma un’emozione, uno status symbol … mentre la tua poesia mi fa ricordare … già … quando in gruppo andavamo in bici senza grandi problemi di auto … rossi in viso per il caldo e ci fermavamo al “drago verde” (noi la fontana la chiamavamo così perchè l’acqua usciva dalla bocca di un drago di ottone incastonato in un pilastro color verde) e come tu hai ben detto ci si bagnava ovunque … ma si era felici, felici di essere … felici delle piccole ma grandi cose.
    Grazie come sempre Stefano.
    Bisou
    Cristiana

    • Ciao Cristiana. Tutto vero. E tu sei sempre puntuale nei tuoi commenti. Grazie. (S.R.)


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: