Pubblicato da: Stefano Re | 18 aprile 2013

Sono stato al cimitero

Se mi dicessero il tuo nome farei sì con la testa
cercando di collocarlo su di un volto,
ma è l’immagine, quella che sorride a chi ti guarda,
che stravolge l’emozione, il ricordo che si lega alla mia vita.
Scruto la data, faccio due conti,
chiedo dov’ero quando sei morto,
poi giro il tacco, l’eterno riposo,
me ne vado, senza capire se la mia vita cambia
ora che non ci sei, ora che lo so.


Responses

  1. Un commosso ricordo di una persona cara che ora non c’è più.
    Nessuna tristezza ma una malinconia consapevole del vuoto che c’è in te.

  2. uno dei rari momenti in cui ci si chiede davvero se valga la pena avvelenarci la vita, spesso, con sciocchezze.

    un caro saluto Stefano

    • Grazie Massimo per lo splendido spunto. (S.R.)

  3. ciò che resta è cenere sparsa sul cuore, e certi luoghi sanno rievocarla molto bene…
    un caro saluto!
    c.

  4. stupenda Ste, mi hai fatto commuovere. In poche parole hai detto tanto.
    un abbraccio
    Cla

  5. Non certo cambierà radicalmente … ma ora che lo sai, ogni tanto il tuo pensiero si poserà su quella foto che sorride, dandogli di nuovo vita nei tuoi ricordi.
    Un abbraccio affettuoso
    Cri


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: