Pubblicato da: Stefano Re | 10 aprile 2013

LAMENTO DI UN OPERAIO

Un mio nuovo racconto sul Caffé Letterario

clicca per leggere – LAMENTO DI UN OPERAIO FALLITO

Annunci

Responses

  1. ho letto il tuo racconto, Stefano, e credo che tu possa spingerti oltre la banalità del reale…verso quel confine che è l’irraccontabile.

    un caro saluto
    c.

    • Non ho compreso se il racconto ti è piaciuto… (S.R.)

  2. si, mi è piaciuto…però è come se mancasse qualcosa di …come dire…elettrico….nel senso che rispetto ad altri tuoi che ho letto questo manca di un pizzico di fantasia …
    una buona serata Stefano
    c.

    • Da un certo punto di vista hai ragione, ma se tu facessi il mio stesso lavoro, arriveresti a conclusioni simili. Oggi la realtà è pesante. Oggi davvero si mangia alla mensa comunale! (S.R.)

  3. faccio comunque un lavoro di ufficio non tra i più allettanti, circa 6 ore sempre al computer non è il massimo per la vista e per il corpo. l’unica cosa positiva è che finisco abbastanza presto, ho ancora un pò di luce di cui godere…

    • Io sono direttore del personale in un’azienda metalmeccanica e quindi vedo la povertà crescente di chi vive l’ossessione della cigo e la precarietà di un posto di lavoro! (S.R.)


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: