Pubblicato da: Stefano Re | 24 settembre 2012

Ho dato tutto

Passano giorni come anni,
mettiamo in agenda il tempo per invecchiare prima
ed ogni giorno è un battere e levare
una canzone di Baglioni
un dolce canto popolare
una tristezza di ciabatta sull’immondizia
accumulata, un mappamondo di trovate,
lingue a serpe e cumuli di ore,
un pene che violenta, sudore dalle ascelle
e tu che dici “bastava dirlo prima”.

Facile sbarrare caselle nere al cruciverba ridurre spazi scrivere parole non esatte farci stare il tuo pensiero violentare l’aria sputando verbi come gesti mangiando vermi come uccelli e tu che dici “bastava scrivere a rovescio”.

Restano giorni come anni
angeli a sperare in imminenti conversioni;
non è un contratto a giurare amore eterno
ma la passione di quei giorni che si spengono a fatica
sussurrando nell’orecchio dell’amato
ho dato tutto.
Resta solo il tempo rubato all’infinito
per un bacio a labbra spalancate.


Responses

  1. eppure, ci sono risorse nascoste ancora da spendere, basta cercarle nel modo giusto

  2. e pensare che ora io il tempo lo sfrutto soprattutto per pensare…

  3. E’ il cammino dolente dal quale non ci si rassegna, svolti l’angolo e si fa subito fumo. La chiusa è un respiro di vita buona, un bacio è pur sempre qualcosa che vale.

    Bella poesia
    Tiziana

  4. intensa


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: