Pubblicato da: Stefano Re | 30 luglio 2012

Senza titolo

C’è un segreto che il mare nasconde,
e dice che siamo onde che sbattono sulla riva
s’infrangono sulla battigia s’asciugano al sole;
basterebbe intuirne la forza, quel mistero che ci attrae,
invece inseguiamo l’apparenza, l’increspatura della superficie.
Abbiamo bisogno di una pacca sulla spalla,
di un assenso al tuffo, di scendere in profondità
e risalire come risale la marea, di assalire la spiaggia
fino a dire che si sprofonda nella sabbia,
e ci si accorge ch’è il segreto a sostenere l’esistenza
che spinge avanti come spinta all’equilibrio,
come una trottola che sulla sabbia s’arena,
ma altrove resiste, barcolla, si ferma,
trema la mano ma la fa ripartire.


Responses

  1. spesso condizionamenti, di ogni tipo, ci fanno preferire la più sicura e confortevole superficie

  2. Interessante poesia viva e stimolante.
    Un saluto

  3. è il segreto a sostenere l’esistenza…
    veramente bello!
    ciao🙂

  4. Bene, bene, buongiorno.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: