Pubblicato da: Stefano Re | 25 maggio 2012

Margaret Collina

La breve prosa riportata sotto è di Margaret Collina.
L’ha postata nei commenti ad un mio post; mi è piaciuta e quindi la riporto qui.
Grazie a lei e ai lettori che mi seguono.
(S.R.)

Il venditore di Enciclopedie
Vendo porta a porta vecchie enciclopedie. Vecchie perché ormai nessuno le stampa più.
E nessuno più le compra.
Le venderei a prezzi stracciati, ma senza nemmeno aprire la porta, la gente mi prende per matto.
Mi guardano dallo spioncino, e mi rivolgono frasi ironiche, scortesi.
E così le riporto a casa e le leggo, pagina per pagina. Ma con la carta non si mangia, e non serve nemmeno a pagarci l’affitto.
Quindi ho deciso: con gli ultimi soldi rimasti, ho comprato una scacciacani, e una sera sono uscito e ho aggredito un passante che mi sembrava ben vestito. Si è messo a piagnucolare:
“per favore no, non farlo, non ho un soldo in tasca, vendo matite colorate porta a porta, e i bambini ormai giocano solo con il computer.”
Avevo voglia di piangere anch’io, e l’ho lasciato andare per la sua strada.
La mia invece non so dove conduce: di sicuro non all’inferno e nemmeno in paradiso, perché nemmeno lì mi comprerebbero nulla.
di Margaret Collina

Annunci

Responses

  1. grazie, a Margaret, e a te

  2. sono lusingata e ti ringrazio molto!

  3. bel pezzo! letto proprio con piacere.

  4. E’ molto bella questa piccola triste prosa, sta bene tra i tuoi racconti così belli!

  5. grazie a tutti, siete molto gentili


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: