Pubblicato da: Stefano Re | 23 aprile 2012

Un po’ di questo blog

Questo blog sta per raggiungere le 13000 visite. Un successo insperato, soprattutto in quel 6 dicembre 2009, data di pubblicazione del primo post: perché nebbia e risaie?. Un blog che mi ha accompagnato in questi tre anni e che per circa 10 mesi ho dovuto interrompere, perché nel frattempo avevo perso il lavoro ed emotivamente ero costretto a ripartire rimettendomi in gioco in una mansione in un certo senso nuova. Ma è ancora la provvidenza che ha giocato un ruolo determinante, perché mi ha dato modo di conoscere persone nuove, realtà nuove e con loro confrontarmi e crescere. E in una realtà metalmeccanica, spesso l’umanità è come un carbone sotto la cenere, basta soffiare appena e riprende ad ardere. Ai miei nuovi colleghi, quindi, grazie.
Sono stati tre anni dove ho scritto molto, tra prosa, poesia e letteratura in genere. Circa 178 articoli e circa 790 commenti, tutti molto profondi e senza volgarità becere anche quando qualcuno dissentiva da ciò che scrivevo. Ma questa è la serietà del blog. Questa è la serietà dei miei lettori.
Un blog che spesso è passato tra la cronaca, perché penso che la cronaca sia lievito per la letteratura stessa. Penso a post come: Haiti, alla vicenda di Eluana, a Sara, e alla piccola Yara.
E’ un blog di passione, di radici (le mie), di nebbia e di risaie, di aironi, di tutte quelle esperienze che mi hanno portato qui dove sono ora. Perché le radici sono la base di un viaggio, e spesso viaggiare è tornare per vie diverse alle radici d’origine.
In quest’ultimo anno, ho dato alle stampe anche la mia prima pubblicazione poetica: Per una Siloe privata, una pubblicazione che ha avuto una gestazione difficile fin dal titolo, ma che mi ha già dato molte soddisfazioni.
Ma ringrazio soprattutto chi mi legge, chi mi commenta, perché questo risultato l’abbiamo ottenuto insieme, un risultato che piano piano mi ha obbligato a crescere, che mi porta all’impegno, alla serietà, allo studio, perché la letteratura è una cosa seria e scrivere è un obbligo morale; è come parlare da solo e parlare ad una folla.
E nel ringraziare tutti, ringrazio tre o quattro persone che non nomino, ma sono quelle che o commentando, o parlandomi di persona, mi permettono di tenere ben saldo il polso di questo blog. A loro, i miei più cari lettori, dico un grazie particolare; stringo loro la mano, ché è un poco come dire: sta per nascere una bella amicizia.
E sono certo che sarà con questo post che potrò raggiungere quelle 13000 visite di cui parlavo all’inizio. Grazie quindi a tutti voi, e alla mia terra.
Stefano Re

Advertisements

Responses

  1. Complimenti. !3000 viste sono un bel biglietto da mostrare con soddisfazione Tre anni di blog sono tanti.
    Un saluto

  2. congratulazioni Stefano, sia pur parzialmente virtuale, quello dei blog è una realtà dove ci si può confrontare civilmente, conoscere,e stringere anche amicizia.
    u abbraccio

  3. complimenti Stefano e grazie di aver condiviso questo tuo “pezzettino di cuore”
    tempo fa ho scritto una poesia sulla Nebbia ora te la regalo!
    sta meglio qui da te che da me:)

  4. un regalo per te!

    La nebbia e il suo mantello
    lentamente
    in umido silenzio
    mi avvolge.
    Scompaio
    come in bioccoli
    di lana rappresa
    che non genera calore.
    La nebbia e il suo mantello…
    eppure non fa così paura.
    Non credi, amore mio?
    Attendo
    isolata ma confidando,
    un soffio lieve un tocco magico un tuo sguardo
    a sfiorarmi e il mio cuore a riscaldare.
    La nebbia e il suo mantello per sempre
    dissolti nel nostro cielo,
    nel nostro tempo finalmente compiuto.
    Attendo
    di udire il tuo passo che mi viene incontro.
    Oppure lasciami andare
    lungo la strada da sola.
    La nebbia e il suo mantello
    mi stringerò addosso
    ancora e ancora
    mia sola compagnia…

    • Molto bella. (S.R.)

      • spero di averti fatto cosa gradita è poco tempo che ci leggiamo ma sappi che ti apprezzo moltissimo
        se mi permetti…oggi un abbraccio:)
        monica

  5. che belli questi piccoli bilanci in itinere, e poter ripartire e continuare con delle persone accanto. io ci sono, pronti via.

  6. pur senza conoscerti ti lascio i miei complimenti e auguri per il traguardo di queta felice esperienza.

  7. complimenti, più o mneo i nostri blog hanno la stessa età , il io è stato avviato il 21 novembre del 2009 e le mie visite sono la metà. Leggo sempre buone cose qua, si sta bene da te. Auguri per un buon proseguo, Ci sentiamo.
    Fausto il falconier

    • Grazie per la spontaneità e per la sintonia. (S.R.)

  8. Complimenti.
    Per il risultato raggiunto e per la franchezza con cui, a cuore aperto, hai condiviso questa tua esperienza con noi lettori.
    Gli storici e indispensabili, gli ultimi cauti arrivi (come il sottoscritto) e, soprattutto, per lo spaccato di vita che dimostri di aver vissuto anche nel tuo privato.
    Un caro saluto.

    • Beh, che dire? Grazie. E sono convinto che la condivisione sia sempre vincente (S.R.)


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: