Pubblicato da: Stefano Re | 19 gennaio 2012

Il rotolo di carta

Una mia poesia. (S.R.)

Il rotolo di carta
quella con cui ci ripuliamo dell’estruso
è ancora lì sul tavolino
dove l’hai lasciato
per dirmi che da sempre,
se finisce,
solo tu ci fai attenzione;
senza capire
che la sola cosa che realmente ci appartiene,
se ci fai caso,
è il nostro estruso,
il rotolo semmai
inganna l’esistenza
di chi si ostina a dire
che solo ci appartiene il movimento,
meccanismo d’ordine e di affanno.


Responses

  1. Indubbiamente è una profonda verità…….molto garbatamente espressa!

  2. molto gradita Stefano, grazie

  3. Metafora amara e garbata.
    Buon weekend carissimo Stefano


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: