Pubblicato da: Stefano Re | 10 gennaio 2012

L’incontro di boxe

I due pugili si guardarono negli occhi. Era la sfida del secolo, la sfida a cui tutti avrebbero voluto assistere.
Ma laddove si svolgeva l’incontro nessuno era presente. Nessuno.
Tutti stavano davanti alla televisione, perché così avevano voluto gli sponsor.
E così la gente si era collegata sull’emittente nazionale, ed era divisa tra chi faceva il tifo per questo e chi per quel pugile.
L’incontro cominciò puntuale. I due stavano al centro del ring e si guardavano come due cani pronti a sbranarsi. L’arbitro teneva un ghigno sinistro e controllava che tutto funzionasse alla perfezione.
Dopo trenta secondi i pugni verso il volto dell’altro non si contavano più, e uno dei due pugili già barcollava sulle gambe, ma l’adrenalina lo teneva in piedi. E fu allora che partì un colpo sotto la cintola e l’arbitro si infuriò. Interruppe momentaneamente l’incontro e puntando il dito contro i due, cominciò ad imprecare. I pugili tolsero i guantoni, si diedero la mano e cominciarono a ballare come se fosse partito un lento in sottofondo. L’arbitro restò basito.
A casa la gente era infuriata. Com’era possibile che l’incontro del secolo, la gara delle gare, finisse in quel modo. Protestarono, chi in casa e chi telefonando al numero dell’emittente nazionale, che presa alla sprovvista decise di non rispondere. I due, sul ring, sembravano due ballerini alle olimpiadi.
Ma ciò che fece infuriare la gente fu quel non so che di irrisolto. Alla fine non c’era stata abbastanza violenza, non c’era stato un vincitore, ma soprattutto non c’era un vinto. Gli sponsor decisero di non pagare: lo spettacolo aveva deluso l’audience.
E sul ring i due ballavano come se stessero danzando sulla luna, e sembravano anche felici.
(di Stefano Re)

Advertisements

Responses

  1. Bella metafora su come sconfiggere i luoghi comuni; su come disertare certi disvalori, con ironia e coraggio

  2. lo yin e lo yang.
    ma c’è l’ audience in seno.
    bella lettura.
    un saluto
    paola

  3. Molto, molto bello!
    Buona giornata 🙂

  4. ribelli e comunque guerrieri


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: