Pubblicato da: Stefano Re | 17 marzo 2011

Uniti per l’Italia

150 anni dall’unità d’Italia! Mi domando, che vuol dire?
Perché se ne sentono tante durante questa giornata, ma domani, che Italia avremo?
Mi piacerebbe si parlasse un po’ di più di unità tra Italiani, più che di unità dell’Itali; perché sapiamo benissimo quanto l’Italia, detta così, sia qualcosa di troppo astratto per essere presa sul serio. Un po’ come per la “società”! Diamo sempre colpa al generico, per poterci giustificare, per tirarci fuori. Preferisco parlare quindi di noi, della nostra unità di Italiani, perché se la domanda la faccio su di me, allora sì che posso dare un’esperienza all’astratto.
Ma siamo davvero uniti? Lo saremo domani, quando riprenderemo a lavorare nelle nostre aziende, quando faremo il tifo per le nostre squadre, quando faremo politica e quando ci confronteremo sulla nostra religione, sui nostri credo?
Questo è l’augurio che lancio da questo blog: più unità d’intenti, più fratellanza, più appartenenza a tradizioni e radici. Ed è per questo che ringrazio quel Napolitano che davvero crede in un’Italia unita. Non un’Italia astratta, ma la mia, la tua, l’Italia di tutti noi.


Responses

  1. NESSUN INVERNO E’ SCONFITTO DA UN’IDEA
    Marzo, dicono che inizia la primavera. Ma la primavera se non inizia nel cuore tutti i giorni. Perchè la primavera deve sempre contrastare l’inverno. L’inverno di tutti i giorni. L’inverno è la solitudine. La primavera è amicizia, l’amore, la fertilità. Il calore. La primavera è l’inizio sempre del calore. E il calore che dà inizio alla vita può venire solo dalla vita. Non da una decisone, non da una necessità. Nessun inverno è mai stato sconfitto da un’idea. Ma da una vita, e la vita procede per incontri, incroci, adesioni. E quando la primavera inizia non si accampa come un sole allo zenit. Non esplode subito con tutta la gioia e i colori e le infinite variazione del vivente. Inizia piano, da minimi segni. Piccoli cambi di colore. Lievi veriazioni dell’aria. Così la vita di un uomo non sfugge all’inverno perchè la primavera si assale. Ma la “miccia verde della vita” come diceva il grande poeta Dylan Thomas, potente e invincibile, nel segreto ha dato inizio a tutto.
    E il suo splendore si propaga piano, fino a invadere marzo, e aprile e il tempo intero.
    Scusa Stefano
    Non c’entra nulla con l’unità d’Italia.
    ma BUON COMPLEANNO.
    Chiara

    • Sì, non c’entra nulla con l’unità d’Italia, ma c’entra con la vita e quindi con l’unità degli uomini. E poi è un pensiero bellissimo. Grazie (S.R.)


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: