Pubblicato da: Stefano Re | 27 febbraio 2011

Yara e l’unità di interesse

E’ morta come tutti (o quasi) pensavano. L’hanno ritrovata quando ormai il silenzio sembrava fosse una sibillina violenza contro la speranza. Ma c’è una cosa che mi impressiona in tutto questo. Non tanto la brutalità dell’umano, perché di brutalità si deve parlare quando la violenza si abbatte su un indifeso, quanto l’impressionante interesse che ci unisce in queste storie volgari ed efferate. Perché la sofferenza unisce, ci affratella senza se e senza ma, senza divisioni politiche, razziali od economiche. Perché è vero che il dolore resta in quella casa di Brembate, in quella casa dove due genitori stanno facendo una spietata battaglia contro la disperazione, ma la sofferenza per quel fatto di ineludibile violenza entra nelle nostre case, nelle case d’Italia e le unisce. Diceva Oscar Wilde che la sofferenza è un solo lunghissimo momento; è un momento che affratella, che non lascia indifferenti, e più è causata da un fatto violento, più ci unisce. Ecco, questo fa pensare. Tante singole umanità che si stringono attorno alla sofferenza di una singola persona… un semplice e misterioso intento d’interesse; un interesse che potrebbe portare questo vile mondo ad una serenità d’animo condivisa da più persone. E permettetemi l’ultima riflessione a margine: se ci fosse questa unità d’interesse anche per ciò che non è recepito così violento come la morte di una bambina, non potremmo tutti sperare e contribuire ad un mondo davvero più umano?


Responses

  1. Mi sono commossa più nei suoi confronti che in quelli di Sarah.
    Non so perchè , so solo che mi dispiace tremendamente perchè in lei ci credevo davvero.

  2. Il dolore unisce … ci si immedesima e … l’umanità, per alcuni latente, fuoriesce prerompente per condividere ed essere solidale a tanta sofferenza.
    … Ma , come dici tu, sarebbe bello se questa solidarietà scaturisse per gesti d’amore …
    La mente umana è a volte un intrico di contraddizioni …
    Sono certa che questo utopico pensiero, all’apparenza, diventerà una realtà d’amore per vivere finalmente in un mondo migliore.
    Grazie per la riflessione
    Un abbraccio a te ed una preghiera a Yara.
    Cristiana

  3. Volevo specificare, per non essere fraintesa, che la contraddizione non sta nel fatto che nel dolore ci sia solidarietà, anzi è ammirevole, … ma che non ci sia con tanta incisività anche in atti d’amore nei confronti degli esseri viventi.
    … Perchè non vivere in pace ed in serenità … PERCHE’ ??!!

  4. Ho provato tanta pietà per la ragazzina e per quei poveri genitori straziati, l’essere umano è troppo crudele, ragiona solo se gli tagliano la mano appena l’allunga nella maniera sbagliata. Rinchiuderli non basta per simili delitti efferati, io li farei lavorare gratis a vita perchè si guadagnino il proprio mantenimento in galera.

  5. Anche a me questa ennesima violenza ha fatto riflettere, però in una prospettiva diversa. Mi sembra che prima della condivisione della sofferenza ci sia la curiosità di sapere, di impicciarci di un dolore che non è relamente nostro. Non so, ma io nella cronaca nera ci vedo quasi un pettegolezzo, mi sembra che i tg replichino una sorta di C.S.I. che ci fa immedesimare e sentire tutti più a posto con la coscienza, oppure generano inutile paura. Non voglio essere cinica. Tutt’altro. Ma il dolore è una cosa privata. Sono d’accordissimo nel dire che l’Italia dovrebbe sentirsi unità su altre cose.

    • E hai ragione! Purtroppo a volte capita come dici tu. (S.R.)

  6. in questo mondo di umano ce n’è fin troppo. Umana non è solo la solidarietà, ma anche la violenza. Umane sono ragionevolezza e follia. Umani sono i nostri piccoli ego, che esteriorizzano tutto ciò che è negativo, capaci d’amore nel dolore, e di invidia nella gioia. Auguriamoci piuttosto che l’entropia ci finisca in fretta. Magari lasciamo spazio a qualcosa di INIMMAGINABILE.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: