Pubblicato da: Stefano Re | 22 marzo 2010

Inappagato

Volgo il passo al piacere più sfrenato,
da istante lo tramuto in
infinito,
sfinito mi sorprendo inappagato.


Responses

  1. E noi paghi delle tue parole, grazie!

  2. Sono rimasta stupita nel tuo attimo infinito.
    Ciao

  3. saggio e bello come un haiku🙂
    Ciao Stefano …tutto bene, sono molto preso dal lavoro e a casa, precedenza massima ai bambini, per cogliere “l’urgenza del vivere” che non tornerà mai più!
    A presto🙂

  4. Il piacere è come il caffè, va assaporato, piano piano..goccia a goccia..perchè dia senso di appagamento, e perchè il senso di infinito resti..anche dopo

  5. Sicoro?…..:-)

    • Puntualizzavo la BONTA’ del caffé! Più che il caffé.

  6. scusa non avevo preso al volo..:-)

  7. Magari è giusto che sia così, che i nostri piaceri restino inappagati. Per poter cercare ancora, e ancora la perfezione della gioia. Il magico, forse, sta proprio nel non trovarla (la perfezione).
    …che tristezza raggiungessimo davvero la meta…

  8. la trovo straordinaria.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: