Pubblicato da: Stefano Re | 2 marzo 2010

a Cristian

Mi chiedi con insistenza un sonetto,
quasi fosse precisione d’intenti,
intendo sussurrare pochi versi
dispersi tra speranza ed insuccessi.

Succede quasi tutto d’improvviso.
Tempo non ci resta per ripagare
il tempo perso, resta solo dirci:
un attimo vissuto è un altro aperto.

Advertisements

Responses

  1. Che bella!!!
    Mi piacerebbe credere che possa essere dedicata anche a me, alla nostra amicizia!
    Cristiana

    • Ciao Cristiana, credo che una poesia possa essere vissuta da tutti come una dedica per sè. La poesia apre il cuore e quando uno sente sue le parole scritte, vuole dire che già fanno parte di se stessi. Tra l’altro Cristian (senza “h”, altrimenti si arrabbia!) è un vero amico, uno di quei pochi che mi sopportano e accompagnano dalla preadolescenza.

      • Grazie Stéph,
        per quello che mi hai risposto!!!!!
        Sono lusingata e felice.

  2. Le tue poesie hanno un certo spesso che percepisco, trovo bello leggere della Poesia in rete. Sì, la chiusa è una grande verità.

    Rondine


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: