Pubblicato da: Stefano Re | 25 gennaio 2010

Oh terra

Oh terra, grumo di cenere e sputo,
che mi appartieni come corpo cornice
di foto che maschera altro, l’altro
a sua volta mosso da infinito silenzio
– e tace chi conduce il mondo –
mosso come il tempo verso spazi troppo umani,
ci si incontra eppure soli.
E siamo come lascivia tra le sante gambe di Dio
– forse si imbarazza? Tace –
eppure abbiamo un senso
nell’apparente inconcludenza dell’estruso
mossi a quell’assente che ci segna.

Advertisements

Responses

  1. Bella Steph!!!

    Poets are born, not made!!!
    (poeti si nasce, non si diventa)
    …..e tu sei nato per la poesia, anzi sei poesia.

    Complimenti
    Cristiana

  2. Grazie.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: