Pubblicato da: Stefano Re | 19 gennaio 2010

Ho bisogno

Ho bisogno dei miei dubbi
buttati lì come ceralacca
su un contratto scricchiol-
ante e post-
iccio.
Ho bisogno di domande
diritti, rovesci od anche rimorsi
su atti d’assenso o complotti
sotterfugi o rifugio d’intenti.
Mi chiedo chi sei,
se sei desiderio
o incompiuta apparenza,
se sono carezza o se schiaffo
se resto nel mentre o menzogna nel poi,
se muovo due passi alla cieca o un passo per volta,
se svolto nel dopo o se solo mi assilla il viavai.

Urge il delirio del tempo
sapere se il grido mut-
ante e post
mortem è atto d’accusa a chi in vita
si è fatto silenzio, o l’abbraccio dell’altro
straziato dall’ultimo atto di senso.

Mi chiedo se sono garbugli di fisime in corso
o ricorso di umani pensieri,
se resto o se muto,
se infine l’imbroglio è sapere
che anche nell’acqua del fiume
Eraclito ha fatto a Morgana
l’infausta promessa del tempo che scorre,
se resto dimesso tra sogno e la notte,
se resto o se muoio
come un lazzaro risorto.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: