Pubblicato da: Stefano Re | 29 dicembre 2009

L’assurdo esorcismo

Questo appunto è stato pubblicato su Viaggialibro.it

Erano lì, fuori dal bar dove spesso si buttano i giovani per un panino e il birrozzo serale, lì in piena attività ludica del sabato sera, quando è sfrecciata a sirene spiegate l’ambulanza che portava il malato al vicino ospedale. Ed è in quel momento che ho visto ciò che temevo… Ho visto le mani dei ragazzi catapultarsi sugli zebedei, che poi poveretti erano i due figli di Zebedeo, pescatore di Betsaida, padre appunto degli apostoli Giacomo e Giovanni, quelli che volevano stare uno a destra e uno alla sinistra di Cristo, e che la tradizione invece…
Beh, i ragazzi con le mani a toccare i testicoli e le ragazze a toccarsi il seno, come per esorcizzare la malattia, come per esorcizzare la morte, anzi, proprio per esorcizzare quello che ahimé prima o poi ci capiterà. Viviamo il tempo che ci circonda, la società che ci siamo costruiti, e tra una palpata e l’altra non ci accorgiamo che il boomerang ci torna proprio dietro, dietro al punto in cui esorcizziamo.
Perché purtroppo, sì, purtroppo, più esorcizziamo e più allontaniamo il mondo dal nostro stesso destino e il risultato è che nella malattia, nella vecchiaia e in punto di morte ci troviamo soli, perché un giorno abbiamo esorcizzato il momento, e gli altri sono altrove.
E allora se proprio dovete, trovatevi là, fuori dal bar, là dove un giorno passerà il mio funerale, e vi prego… lasciate che gli uomini facciano ciò che desiderano, ma le donne no, semmai per loro, se proprio lo desiderano, lascino che sia la mia mano ad esorcizzare il momento… l’ultima tentazione prima di lasciare un tempo che non mi appartiene.


Responses

  1. ….ma cosa esorcizziamo se la morte fa parte della vita! Purtroppo c’è un inizio ed una fine, e la tua fine l’hai raffigurata da vero furbo godereccio scanzonatore.

    Bravo!!!!

    Cristiana

    P.S.: Mi dirai che sto rompendo con i miei commenti, ma ogni giorni son curiosa di leggere ciò che scrivi.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: