Pubblicato da: Stefano Re | 22 dicembre 2009

Griffato

Questo brano è stato inserito nell’antologia Viaggiare con bisaccia & penna, edito Lietocolle.

Era in viaggio ormai da parecchi giorni, a piedi, chiuso nella sua solitudine, con le sue scarpette griffate, e già sentiva la stanchezza irrigidirsi lungo i muscoli delle gambe. La gente lo guardava di soppiatto, ma anche un po’ incuriosita da un tipo tanto folcloristico, che aveva confuso la Via Francigena per una passerella da circo. Ecco il nuovo barnum, qualcuno diceva sogghignando. Lui non ci faceva caso, anzi, proseguiva impettito nella sua camicetta gialla e nei suoi pantaloni di velluto verdi. In testa calzava un basco leggero color panna, in bocca, di traverso, sfumacchiava un Toscano, tenendolo in equilibrio tra le labbra carnose. Ai piedi due scarpette nere con due grandi baffi bianchi.
Se incontrava qualcuno abbassava lo sguardo, come per non distrarsi dall’obiettivo: Formello.
Aveva deciso che lì si sarebbe fermato, eventualmente a Nepi, mai a Roma, perché, diceva: il miglior modo per fare pellegrinaggio è evitare la meta. Era una sua teoria che mai aveva confrontato, astrusa di certo, comunque originale, e per lui l’originalità era il solo modo per non farsi schiacciare dal conformismo. Arrivare alla meta era come viaggiare solo per gloriarsi d’esserci riuscito; fermarsi prima era il solo modo per sentirsi vivo e un po’ sconfitto. Un pellegrinaggio, per il nuovo barnum, era uscire un po’ umiliati nella volontà. Anche se la sua volontà era maturata nell’egoismo che ormai gli ottenebrava la ragione. E così, strada facendo, arrivò a Proceno, e davanti al portale bugnato del Palazzo degli Sforza, qualcosa accadde.
Si fermò, alzò gli occhi al cielo come per allontanarsi da sé e poi li abbassò sulle sue scarpette griffate: come poteva continuare con ai piedi quelle scarpe?
Lentamente se le sfilò e le scagliò lontano. Alzò gli occhi al cielo e guardò nuovamente i suoi piedi. Nudi, come quell’istante. Poi fece leva sul piede destro, e mosse nella direzione da dove era venuto.
Senza dire nulla, percorse la Via Francigena al contrario.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: