Pubblicato da: Stefano Re | 16 dicembre 2017

Regala il mio libro a un bambino 

Solo un bel libro apre la mente ai bambini. Molti genitori e nonni ci hanno già pensato. E tu? Apri le menti oggi, perché domani è un altro giorno.

Annunci
Pubblicato da: Stefano Re | 1 dicembre 2017

Con MAMMA MIA, HO INCONTRATO POESIA 

Leggi qui

Pubblicato da: Stefano Re | 25 novembre 2017

Avanti

Approfittate. Su qui acquistate velocemente MAMMA MIA,HO INCONTRATO POESIA.  IL primo romanzo che spiega poesia ai bambini.

Pubblicato da: Stefano Re | 19 novembre 2017

Pensiero 66

L’arte non farà ricchi, ma fa uomini. (S.Re)

Pubblicato da: Stefano Re | 14 novembre 2017

Recensione a MAMMA MIA, HO INCONTRATO POESIA

Una recensione del Prof. Sanzio Balducci sul mio romanzo.

Mi pare un romanzo con forti intenti didattici, che ha per tema la poesia (nella sua personificazione di essere alato) e la sua capacità contundente di sconfiggere il Regno della Noia attraverso i suoi strumenti di lavoro: il Rimario e la Retorica con tutte le sue figure.

Il romanzo, ambientato nei luoghi cari allo scrittore, cioè la Bassa Milanese, fra Milano, Abbiategrasso e Pavia, è un racconto unico, con pochi stacchi sottolineati da piccoli spazi bianchi che indicano il cambio di scena e la ripresa di narrazioni prima interrotte. Il lungo racconto si conclude con la vittoria di Poesia e la conseguente sconfitta del Regno della Noia. Protagonisti del romanzo sono due bambini dai capelli rossi, Poesia in forma di farfalla e un insieme di personaggi che in qualche modo si richiamano al mondo fantasioso dei Puffi.

Il tema presentava difficoltà rilevanti determinate dalla volatilità dei personaggi immaginari legati al mondo della poesia, che l’autore ha personificato trasformandoli in soldati di due schieramenti contrapposti. L’intento didattico è sottolineato dalle segmentazioni fonetiche e dagli esempi concreti delle figure retoriche e ritmiche in azione, prima fra tutte la rima, come ad esempio in questa strofa a rima incrociata: Prendi un coltello / lancialo forte / allontani la morte / se lo pensi un pennello. Queste figure, utilizzate in battaglia, hanno degli effetti concreti tutti in favore delle finalità ‘belliche’ di Poesia, che alla fine portano Poesia, il suo esercito e i due bambini ad una appassionante vittoria. In breve, nei disegni dell’autore la felicità in questo mondo si raggiunge anche con la bellezza veicolata dai mezzi poetici.

La lingua è per lo più di aspetto colloquiale, come si usa nei libri per bambini, ma non mancano parole e sintassi del linguaggio alto e in certi casi dell’italiano regionale lombardo.

L’ambientazione del romanzo ha una simpatica digressione, chiamando in causa il Paese di Montemontanaro in provincia di Pesaro e Urbino dove abitavano i nonni materni dell’autore e dove viene collocata la nascita di Rimario.

Vanno infine menzionate le gioiose illustrazioni di Géraldine D’Alessandris che aiutano il lettore a costruirsi il teatro dell’azione.

Questo romanzo di Stefano Re, ispirato al mondo dei bambini, ha per destinatari principali gli scolari, ma è pur sempre un bel libro di lettura anche per gli adulti, nel solco del suo precedente libro di racconti Il sole nel bauletto.

di Sanzio Balducci

Mamma mia, ho incontrato Poesia

Pubblicato da: Stefano Re | 28 ottobre 2017

Su MAMMA MIA, HO INCONTRATO POESIA 

Su Ordine e Libertà del 27 ottobre 2017 a firma di Mariachiara Rodella.

Pubblicato da: Stefano Re | 25 ottobre 2017

A scuola. Primaria di Pogliano Milanese

E così sono stato alla Scuola primaria “”don Milani” di Pogliano Milanese e ho incontrato le classi prime, le terze e le classi quarte.

Ho presentato “Il sole nel bauletto” e “Mamma mia, ho incontrato poesia”.

Un’esperienza bellissima, un confronto con bambini vivaci e arguti che avevano lavorato, grazie alle maestre, su alcune storie del libro, storie che poi hanno voluto condividere con me.

Un lavoro entusiasmante che mi ha arricchito moltissimo. Poi i bambini di prima (che hanno preparato una canzoncina piacevolissima, hanno dipinto alcuni soli che poi hanno ritagliato e messo in un bauletto. Le terze mi hanno coinvolto nelle loro impressioni sulla storia “La libellula e l’altalena”, mentre le quarte hanno scelto la sfida de “L’antilope” con una presentazione video entusiasmante.

E alla fine, tre bambine, mi hanno fatto dono di una bellissima poesia… come non ringraziare Asia, Maria e Matilde?Poesia_Il sole

Pubblicato da: Stefano Re | 24 ottobre 2017

#ioleggoperché

Lodevole iniziativa di #ioleggoperché.

In breve: “Da sabato 21 a domenica 29 ottobre 2017, nelle librerie aderenti sarà possibile acquistare libri da donare alle Scuole dei quattro ordinamenti: Scuole dell’infanzia, primarie, secondarie di primo e secondo grado.

Al termine della raccolta, gli Editori contribuiranno con un numero di libri pari alla donazione nazionale complessiva (fino a un massimo di 100.000 volumi), donandoli alle biblioteche scolastiche e suddividendoli secondo disponibilità tra tutte le Scuole iscritte che ne faranno richiesta attraverso il portale” (sito di ioleggoperche.it)

Potete suggerire anche MAMMA MIA, HO INCONTRATO POESIA.

Basta andare in libreria

 

Pubblicato da: Stefano Re | 24 ottobre 2017

Poveri librai

Perché essere presi per il didietro proprio no!
Uno studia, scrive, pubblica e promuove e poi una libreria qualsiasi (di solito quelle del proprio paese, ahimé!) inventa scuse al cliente per non fare l’ordine del tuo libro:
“Il libro non si può ordinare perché è fallita la Casa editrice!” Questa è una palla colossale ed è successo.
“L’autore è morto e le copie del suo libri sono state bruciate!” Questa non è stata ancora detta, ma la fantasia dei librai può arrivare a tanto. Aspettiamocelo!
Allora vi dico di insistere; se volete il mio libro insistete.
Il libro viene registrato (codice ISBN) e quindi entra nel catalogo ufficiale dei libri in commercio, così tutte le librerie fisiche e online ricevono la comunicazione del nuovo libro, con titolo, autore, casa editrice e sinossi. Il libraio deve solo fare l’ordine. C1V Edizioni è distributore diretto, quindi l’ordine viene gestito direttamente dalla casa editrice, che con plico ordinario spedisce in libreria i volumi. Quindi perché inventare palle?
La soluzione più semplice? Ordinate il libro direttamente sul sito dell’Editore, perché spesso le migliori case editrici… risultano le peggiori.
Diffidate dei sorrisi cartonati di certi librai… perché vendere solo il libro che “tira” di più è sempre la cosa più facile, ma non è da professionisti.

Pubblicato da: Stefano Re | 6 ottobre 2017

“Mamma mia, ho incontrato Poesia”

Il nuovo romanzo in uscita il 10 ottobre.

Finalmente un romanzo che parla di poesia ai bambini.

Ordinalo su C1V Edizioni

Mamma mia, ho incontrato Poesia

Older Posts »

Categorie